Problemi con il sonno? 5 consigli da mettere in pratica asap!
Scritto da Redazione

Se le statistiche sono valide, oggigiorno è difficile avere un sonno ristoratore. Un recente studio del King’s College di Londra, ha rilevato che quasi due terzi (63%) hanno subito un impatto negativo sul sonno durante l’ultimo anno. Sappiamo tutti quanto sia importante dormire per la nostra salute, ma siamo consapevoli degli errori che spesso commettiamo durante il giorno e/o prima di andare a letto?

Bere alcol (e caffeina)

Anche solo un bicchiere di vino può influire sulla qualità del tuo sonno. L’alcol è un sedativo, quindi anche se potresti perdere conoscenza più velocemente quando ti metti a letto, in realtà non ti addormenti più velocemente.Il tuo sonno sarà più frammentato e ti sveglierai di notte senza rendertene conto. Se vuoi un bicchiere di vino, bevilo verso le 18 come aperitivo : aiuterà il corpo a elaborarlo. Allo stesso modo, la caffeina impiega tra le cinque e le sette ore per essere smaltita dal tuo corpo. Questo vuol dire che, se prendi un caffè dopo le 16 o le 17, è probabile che avrai difficoltà a dormire. La caffeina è uno stimolante psicoattivo che ha un impatto diretto sulla nostra adenosina (una sostanza chimica che si accumula durante il giorno, provocando la voglia di dormire) e silenzia altre sostanze chimiche responsabili che innescano il sonno. Evita caffè, tè e bevande energetiche, qualsiasi cosa contenga caffeina, dopo mezzogiorno per avere le migliori possibilità di una notte tranquilla.

Mangiare prima di andare a letto
Mangiare un pasto ricco di carboidrati prima di andare a letto ha un impatto sul corpo simile all’alcol. Ti fa sentire sedata e più assonnata, ma il tuo sonno sarà frammentato. Inoltre, ciò che di solito accade è che l’energia acquisita dal pasto svanisce durante la notte e poi ti svegli. A quel punto potresti sentirti affamata, da qui ik cliché dello spuntino di mezzanotte.
Consumare cibo prima di coricarsi significa che il corpo deve metabolizzarlo e nel processo diventa più caldo, rendendo più difficile dormire (la nostra temperatura corporea scende naturalmente prima di coricarsi per indurre una sensazione di sonnolenza).

Addormentarsi sul divano
Sì, è comodo e sì, potresti essere stanca dopo una lunga settimana, ma fare un pisolino riduce la “pressione del sonno” (o il movimento crescente durante il giorno verso il sonno), il che significa che quando vai a letto, avrai difficoltà a prendere sonno. Evitalo a tutti i costi se hai problemi a dormire!

Scrollare i tuoi social
Sappiamo che gli schermi dei nostri laptop e smartphone interrompono i nostri ritmi circadiani (e la capacità di dormire), ma c’è un altro motivo per cui il tempo trascorso a interagire sui nostri telefoni ci tiene svegli: è sovrastimolante. Ha molto a che fare con il fatto che siamo interessati a qualunque cosa stiamo guardando, sia che si tratti di Instagram o di un sito di notizie. Lo guardi perché vuoi coinvolgerti, ma quella luce brillante e il contenuto stimolante alla fine creano qualche problema al tuo sonno, anche quando ti addormenti, il tuo cervello continua a ronzare. Allontanati dal telefono o dal pc  almeno un’ora prima di andare a letto per dare al cervello la possibilità di rilassarsi.