Acne: La skin care routine per tenere a bada brufoli e punti neri
Scritto da Redazione

Uno dei problemi più comuni quando parla di pelle è sicuramente l’acne. A volte può sembrare una battaglia senza fine, ma ti promettiamo che, con le giuste informazioni e indicazioni, che puoi imparare a contenere i tuoi sfoghi e ridurre le cicatrici post brufolo. Ricorda, la conoscenza è potere quando si tratta di acne, quindi è essenziale capire quali sono le cause dell’acne e ciò che la provoca. Abbiamo creato una guida contenente le informazioni più utili, i trattamenti per l’acne e i consigli per la cura della pelle grassa.

Quali sono le cause dell’acne:
L’acne si verifica quando i follicoli piliferi (pori) si otturano con una combinazione di cellule morte e sebo (l’olio naturale prodotto dalla pelle). Ciò provoca quindi la formazione di punti neri e brufoli. Se l’acne è grave, potresti anche avere l’acne cistica , il che significa che l’infezione è andata più a fondo nella tua pelle e il poro si è infiammato causando la formazione di una protuberanza di pus. È davvero importante essere in grado di identificare il tipo di brufolo che hai sul viso, perché ognuno viene trattato in maniera diversa.

Regime quotidiano per la cura della pelle a tendenza acneica
Se hai la pelle incline all’acne, la prima cosa da fare è sicuramente realizzare una skin care routine ad hoc con prodotti specifici per lenire e regolare la produzione di sebo. L’uso di formule e ingredienti sbagliati può creare scompiglio, motivo per cui è estremamente importante personalizzare con cura la propria routine.

Passaggio 1: pulizia
La maggior parte dei dermatologi insiste sul fatto che il primo passo verso una buona skin care routine è “una pulizia delicata, sia al mattino che alla sera, poiché deterge la pelle del viso ed elimina il sebo. Ciò contribuirà anche a decongestionare i pori e abbassare le probabilità di nuovi brufoli. L’uso del detergente giusto è molto importante; un detergente in gel o schiuma è ideale per la pelle grassa e soggetta all’acne poiché pulisce in profondità nei pori senza lasciare residui.

Passaggio 2: tonico
Un buon tonico è essenziale per la pelle a tendenza acneica poiché aiuta a ridurre al minimo l’aspetto dei pori, a bilanciare la produzione di olio e ad illuminare e uniformare il tono della pelle. Cerca un toner che contenga esfolianti chimici per aiutare a eliminare la pelle morta e decongestionare i pori, riducendo la possibilità di sfoghi. Ingredienti come acido salicilico e acido glicolico sono il tuo santo graal per la cura della pelle, quindi tienili d’occhio! Gli ingredienti naturali come il ginseng, la camomilla e la rosa sono anche sorprendenti in quanto ricchi di antiossidanti che riducono l’infiammazione e leniscono la pelle.

Passaggio 3: idrata
Uno dei miti più comuni quando si parla di skin care è che se hai la pelle grassa o soggetta all’acne, non hai bisogno di idratare, ma questo NON è vero! È possibile avere una pelle disidratata ma grassa. Infatti, più la pelle è disidratata, più sebo produrrà per lubrificare le cellule della pelle. Quindi, assicurati di idratare la mattina e la sera il tuo viso con una formula leggera “non comedogena”, questo termine significa che è stata specificamente testata per la pelle a tendenza acneica e non non contiene ingredienti irritanti. Altri alleati sorprendenti per l’acne sono l’acido ialuronico e l’acido salicilico, che aiuteranno a mantenere liberi i tuoi pori e con gli sfoghi.

Passaggi settimanali per la cura della pelle:
L’ esfoliazione è un passaggio fondamentale per la cura della pelle soprattutto quella soggetta ad acne. Opta per un esfoliante chimico, che è una formula a base di enzimi o acidi. Gli esfolianti chimici hanno una struttura molecolare più piccola, il che significa che possono penetrare più a fondo nella pelle per dissolvere e rimuovere “la colla” che lega lo sporco nei pori e provoca l’accumulo di cellule morte.

Maschere
Una maschera purificante è un’altra grande aggiunta settimanale per la pelle a tendenza acneica. Entro 15 minuti, puoi aiutare a ridurre l’untuosità del viso, restringere i pori e lenire le infiammazioni. Hai solo bisogno di trovare maschere con ingredienti opacizzanti e detergenti come l’acido salicilico o l’argilla purificante.

Abitudini quotidiane che possono fare la differenza:

Lo stress rilascia l’ormone dello stress cortisolo, che induce le ghiandole oleifere a produrre più sebo, che può quindi ostruire i pori e provocare l’insorgere di brufoli.

Pulizia: non pulendo i tuoi beauty device, rischi di trasferire batteri sul tuo viso e intasare i pori, il che può scatenare la nascita di nuovi brufoletti. Quindi, inizia a pulire più spesso lo schermo del telefono, i pennelli per il trucco e ricordati di cambiare le federe del letto settimanalmente.

Evita di toccarti il tuo viso : in media ci tocchiamo più di tre volte all’ora e così facendo trasferiamo batteri e sporco sul nostro viso. Per quanto sia allettante, non schiacciare mai i brufoli!

La tua dieta: la correlazione tra la tua dieta e la pelle è strettamente connessa. I prodotti lattiero-caseari, in particolare, hanno dimostrato di scatenare sblocchi a causa degli ormoni nel latte, quindi, ove possibile, cerca di evitare il formaggio e il latte di mucca e invece prova il latte di mandorle o di cocco o il formaggio vegano. Altri alimenti da evitare sono la frutta secca, le bevande gassate e il cioccolato al latte: questi alimenti contengono un’elevata quantità di zucchero, che causa infiammazione e può disidratare e irritare la pelle.