Come usare a proprio vantaggio i messaggi del tuo ex ubriaco

Sono le 2 a.m quando finalmente riesci a posare il telefono sul comodino e goderti un po’ di buio e silenzio.Per fortuna il tuo ex ti ha già scritto una tripletta su WhatsApp. Certo, è incoerente, ma il messaggio sotto inteso è chiaro: ti vuole, non gli manchi. 1 a 0, giusto. Ma tu inizi a pensare che “l’amore vince sempre”, che “we’re dunzo but we still care for each other”, vero? No, non è così, non è una puntata di Gossip Girl, è più una partita a PES in cui ti conviene giocare d’anticipo su tutto. Quel drunk texting (perché a noi piace all’americana) non è altro che una dimostrazione che non gli manchi e che non sarà mai pronto a nessun passo riappacificatore. Guardiamola così, non hai mai fatto un errore da ubriaca? Qualche volta è un errore bellissimo come rincorrere quel tizio/a sconosciuto nel locale con l’amica che ti fa da supporto, ma nella versione cinica e realista del mondo dei ragazzi 2.0 sono solo errori che hai segretamente voluto fare da sola, che nella vita reale non faresti mai.

acc

1)Ha gli ormoni in subbuglio: o il suo lato ubriaco non ha ancora realizzato che non state più insieme.

2) Gli manchi ma non riesce ad ammetterlo: non ti agitare troppo perché chiunque non scopre le carte da sobrio sarà solo causa di grattacapi.

3) Gli manchi solo per il sesso: Autogol. Non potevi ricevere complimento migliore. Dove la troverà una bomba nel sesso come te? Probabilmente nel materiale ricorda quanto sei cretino in ogni rapporto futuro.

4) Gli manchi da fare schifo: Complimenti al barman, voglio quello che ha preso lui.

5) Non sa cosa diamine vuole farne della sua vita: autodefinirsi “complicati” è solo una scusa per appollaiare attorno a sé dieci ragazze e non sentirsi in colpa. Sarà confuso sui suoi sentimenti ma i tuoi sono abbastanza chiari, in questo caso puoi anche rispondere il giorno dopo a sbronza finita. Sarà come una schioppettata sulla testa e il suo terreno di sicurezze crollerà.

 

by

mario-morrieri Mario Morrieri

Related Articles