STARCROSSED53

10 cose sui ragazzi che hai imparato fin da piccola

Spesso i ragazzi sono talmente prevedibili che ci sembra di conoscerli da una vita… e forse è così?
Ogni cosa che sappiamo su di loro l’abbiamo involontariamente imparata da piccole. Tra un litigio e una risata, tra uno scambio di giocattoli e una chiacchierata, i ragazzi, anche da bambini, hanno sempre cercato di farci capire qualcosa. Riflettiamo sui loro comportamenti tornando indietro nel tempo…

1) Sono cattivi quando interessati:
Vi ritrovate in queste parole? Quando erano piccoli ti mettevano da parte facendoti sentire “il brutto anatroccolo”, da grandi, invece, rispondono con messaggi freddi e coincisi.

2) Trovano divertenti le cose più insensate:
Da piccoli ridevano al suono di rumori corporali strani. Da grandi, beh… continuano a farlo.

3) Hanno paura del cesto del bucato:
I ragazzi non hanno la più pallida idea di cosa fare con i vestiti sporchi. Da piccoli si affidavano alla madre, da grandi si fanno prendere dal panico e preferiscono gettare tutto sull’angolino del letto piuttosto che spendere cinque minuti nel fare una lavatrice.

4) Sono allergici alla cucina:
Da piccoli preferivano cioccolatini, caramelle e patatine. Da grandi? Beh, più una cosa è facile da cucinare più l’apprezzano!

5) Si innervosiscono per tutto, anche per le cose più sciocche:
Da piccoli la prendevano sul personale se facevi un commento poco carino sul porta-pranzo dei super eroi o sulle loro nuove scarpe da ginnastica. E ora? Beh, anni di distanza non fanno la differenza. Capelli, macchine, cappelli, scarpe e chi più ne ha più ne metta, rimangono sempre un punto delicato per loro.

6) Gusto discutibile nella scelta dei vestiti:
Alle elementari erano convinti che una maglietta delle Tartarughe Ninja fosse il massimo dell’alta moda. Da grandi continuano a pensare la stessa cosa, solo che al posto del famoso cartone indossano delle magliette di calcio.

7) Non sono capaci di scegliere i regali:
Se fosse per loro regalerebbero ancora palloni da calcio, proprio come erano abituati a fare all’asilo con i loro amici.

8) Non capiscono nemmeno i segnali più evidenti:
Da piccoli non capivano quando ti volevi nascondere con loro durante strega di mezzanotte o nascondino. Da grandi, beh, da grandi continuano ancora a chiedersi il perché.

9) Non sanno cosa fare quando gli piaci:
Quando erano piccoli speravano che un semplice sorriso potesse essere tradotto come un “mi piaci”. Da grandi sperano che con qualche battuta possano farti capire quel qualcosa in più.

10) Sono carini:
Nonostante tutti questi piccoli difettucci, rimangono pur sempre adorabili, e noi ci caschiamo sempre.

by

natalia-d'-amario-soto Natalia D' Amario Soto

Related Articles
Commenti