Come evitare la pelle grassa e combattere la zona T

L’acne e la pelle grasse è un problema che accomuna tantissime di noi, nonostante spesso la pelle del viso risulti secca e poco idratata la fastidiosissima zona T è sempre risulta perennemente grassa ed oleosa. Creme e salviette assorbi sebo non sono mai sufficienti e qualche volta, prese dallo sconforto, non rinunciamo perfino ad uscire con le nostre amiche o il nostro lui perché ci sentiamo in imbarazzo.
Può sembrare strano, ma spesso la ragione per cui la pelle del nostro viso risulta essere grassa in un’ unica zona è dovuta alla troppa esfolazione.
Quando utilizziamo i nostri gel detergenti/ dischetti che eliminano le cellule morte del viso, leviamo dagli oli di cui la nostra pelle ha realmente bisogno, per questo motivo la nostra pelle è portata a produrne di nuovi, raddoppiando o triplicando la quantità di olio necessaria,proprio per compensare la sua mancanza.
Just You ti svela qualche trucchetto utile per contrastare questo problema fastidioso che si accumula maggiormente nella zona T:

Utilizza quotidianamente per la tua routine beauty l’acido salicilico: Provare per credere, questo acido è fantastico per porre rimedio al problema della pelle oleosa. Ricorda di utilizzarlo quotidianamente (ma una sola volta al giorno!),infatti non serve “attaccare” più volte al dì la tua pelle con proprietà essiccanti.Per lavare il viso di mattina utilizza detelicato ed utilizza l’acido salicilico o perossido di benzoile di sera, lavandoti il viso prima di andare a dormire.

Fai uno scrub 2/3 volte a settimana:Due o tre sere a settimana,dopo esserti struccata, dedicati alla tua pelle, facendo uno scrub profondo che purifichi la pelle.

Idrata- Idrata- Idrata: Questo deve essere il tuo nuovo mantra,Spesso la pelle è grassa, perché c’è una sorta di squilibrio.Utilizza quindi una buona crema idratante, che possibilmente non sia troppo pesante per il tuo tipo di pelle. Meglio metterla più volte al giorno che ritrovarsi con la pelle ancora più appesantita e lucida!

Senza titolo-1

by

roberto-fioravanti Roberto Fioravanti

Related Articles