7 esercizi Yoga per combattere i dolori mestruali

Il 90% delle donne tra i 14 e i 25 anni soffre di dolori mestruali. I sintomi più lamentati sono crampi addominali, mal di testa, mal di schiena, dolore al seno, irritabilità e sbalzi d’umore, gonfiore… Spesso i dolori sono così forti che ci riducono a letto, o ci costringono ad assumere farmaci. In autunno spesso i sintomi sono peggiorati, complice il cambio di stagione!
Un metodo dolce che può venirci in aiuto proprio in quei giorni è quello dello yoga. Disciplina antichissima, che ha lo scopo di unire corpo, mente e spirito. L’intento è quello di liberare la mente, rilassare i muscoli e così ridurre gli stati di tensione che generano il dolore. Bastano una decina di minuti per percepire i primi effetti benefici di questa tecnica.
Quella presentata è una breve sequenza, fattibile anche comodamente sul letto!
1) Il primo esercizio è di rilassamento: distese a pancia in giù si mettono le mani sotto la fronte e si aprono i gomiti, le gambe leggermente divaricate. Con gli occhi chiusi ci si concentra sul respiro, lento e profondo.
2) Da questa posizione ci si alza a quattro zampe e inspirando si inarca la schiena, spingendo l’ombelico verso il basso e alzando la testa all’indietro; espirando invece si incurva la schiena verso l’alto e si abbassa la testa. Si può ripetere questo esercizio lentamente per un paio di minuti.
3) Ora, sempre in ginocchio, ci si siede sui talloni, con le gambe unite e ci si abbassa lentamente. Il petto si appoggia sulle cosce e si appoggia la fronte al suolo. Le braccia morbidamente lungo il corpo. Questo esercizio si può svolgere anche tenendo un cuscino sotto il busto e la testa, con le gambe leggermente divaricate. Rimanete un paio di minuti in questa posizione, ad occhi chiusi, concentrandovi sul respiro.
4) A questo punto lentamente si alza la schiena in posizione eretta, si aprono un po’ le ginocchia e ci si distende all’indietro. Potete tenere un cuscino sotto la schiena. Chiudete gli occhi e respirate lentamente.
5) Rimanendo distese portate le gambe in avanti, le braccia lungo il corpo e rilassatevi in una delle posizioni più semplici dello yoga: questa è una posa di completo abbandono. Cercate di rilassare ogni muscolo, di lasciare che sia il suolo a sostenere tutto il vostro peso.
6) Portate lentamente le ginocchia al petto, senza alzare il bacino. Con le braccia aiutatevi a sostenere le gambe. Questa posizione rilassa la schiena e riassesta le vertebre. Chiudete gli occhi e respirate.
7) Infine riportate le gambe a terra, piegate le ginocchia e unite le piante dei piedi, in quella che è la posizione della farfalla. Appoggiate delicatamente le mani sull’addome e con gli occhi chiusi respirate per qualche minuto.

by

valentina-contessi Valentina Contessi

Related Articles