13 motivi per ascoltare “Never Again” di Briga: altro che mai più!

L’altro indiscusso protagonista dell’edizione di quest’anno di Amici è sicuramente Briga che, con il suo “Never Again” ci sta facendo sognare, un po’ per via del suo carattere “non facile”, ma soprattutto per le sue canzoni, che in parecchi vorrebbero sentirsi dedicare. Briga rappa con il risentimento necessario per essere credibile, ma lo fa in un modo personale e intimo che riesce anche a commuovere, come su “Naufrago”, “Dicembre Roma” o su “Tu – Piano Edit”, ecco quindi i 13 motivi, traccia per traccia, per dare una chance a “Never Again”.

 

1) Quando l’album inizia con “Never Again” vi sentite improvvisamente nella periferia di una grande città, camminando con il cappuccio della felpa in testa, ammettetelo.

2) “Giunto alla linea – Indietro” vi fa sciogliere dentro, ascoltando la voce di Briga che si mescola a quella di Tiziano Ferro, ma non potete fare a meno di tenere il tempo con la testa o con il piede… o con tutto il corpo, a seconda di dove vi trovate.

3) Se su “Talento de Barrio” non potete fare a meno di tenere il ritmo agitando le braccia, calandovi al 100% nell’hip hop style, cominciando anche ad alternare le gambe a ritmo… vi state trasformando, è ufficiale.

4) “L’Amore è Qua” è diventata una delle canzoni di cui scrivete il testo nelle descrizioni delle foto che caricate su Facebook a ripetizione: siete stati scoperti.

5) Da quando avete ascoltato per la prima volta l’album “Nessuna è Più Bella Di Te” è diventata ufficialmente la canzone che volete sentirvi dedicare dalla persona che vi fa battere il cuore… se poi si tratta di Briga, tanto meglio.

6) Ognuno di noi ha una storia “tossica” nel proprio bagaglio: “Non Più Una Bugia” pare proprio cucita ad hoc per l’occasione, eh? Prossima canzone da dedicare, lo sapete meglio di me.

7) Da quando avete sentito “Sei Di Mattina” per la prima volta avete capito che è la canzone adatta per celebrare le sei di mattina di molte giornate, che siano figlie di nottate insonni o l’inizio dell’ennesima giornata infinita… “Dormi… e non pensarci più…”

8) State aspettando le prime giornate al mare per ascoltare “Tu” sulla riva del mare; per sentirla ancor più vicina l’ideale sarebbe usarla come colonna sonora di una corsetta all’alba o al tramonto, no?

9) Inutile parlare troppo di “Le Stesse Molecole”: è già la suoneria personalizzata della persona più speciale della vostra rubrica, perché dilungarci?

10) Quando arriva il momento di “L’amo” riprendete la felpa, rimettetevi il cappuccio e continuate a tenere il ritmo con braccia, gambe e piedi, cantando insieme a Martina, immaginando di prenderne il posto, ci siamo.

11) La canzone che un po’ non ti aspetti in un album del genere, l’outsider intrigante che apre scorci interessanti sulle capacità di Briga che non ci si aspetta: “Naufrago” è da ascoltare con il cuore in gola e il pugno chiuso vicino al petto.

12) Su “Dicembre Roma” vanno tirati fuori gli accendini, anche se è una cosa un po’ old style. Vanno bene anche gli smartphone con la torcia accesa: è l’effetto che conta, ci siamo capiti.

13)Se state cercando una canzone da dedicare a qualcuno di speciale siete decisamente nel luogo giusto: “Esistendo” può andare bene da dedicare anche all’amica o all’amico del cuore, fratello o sorella che sia… “con quel sorriso che parla da sé!”

 

Quali sono i motivi che vi spingono ad ascoltare “Never Again” che aggiungereste a questi? Quale canzone non riuscite a smettere di ascoltare in continuazione?

by

chiara-colasanti Chiara Colasanti

Related Articles