Briga, campione di sogni

Tra i protagonisti indiscussi di questa 14° edizione di Amici, Mattia Briga, cantautore romano, rapper, è il concorrente più amato e apprezzato. Briga canta della sua visione dell’amore, come lui stesso dice : “Io parlo d’amore perché sono romano, romantico, anni ’70 […]”. Sicuramente ciò che l’ha contraddistinto all’interno della scuola, oltre l’appurata capacità di scrivere, è il suo carattere a tratti ribelle. L’Ulisse”del XXI sec., dal momento che ha dichiarato di essere un ragazzo che pecca di ubris, di tracotanza, forse proprio quello che ci servirebbe: curiosità e tentare di superare i propri limiti per raggiungere gli obbiettivi e i sogni prefissati.
Prima di entrare nel Talent più famoso d’Italia, Briga era già conosciuto e con la sua musica aveva conquistato una fetta di pubblico non indifferente, tanto da aver raggiunto i due milioni di visualizzazioni con il suo cavallo di battaglia “Sei di mattina”.
 Perché sostenerlo al serale? Beh, perché come spesso si è detto “non ha avuto paura”, ma soprattutto perché ha una capacità unica di scrivere. I suoi testi non sono mai banali, usa le parole giuste nel modo giusto e ci fa catapultare in quel pezzo di mondo.

“A volte piove, a volte piango, a volte sono coriandoli e sto ricopiandoli”. – Andromeda (qui la canzone)

p.s. #iostoconbriga

by

roberto-fioravanti Roberto Fioravanti

Related Articles